Un'altra Chernobyl in Campania

 

 Un’altra Chernobyl, in Campania. Hanno scelto un titolo forte, per sgomberare il campo da possibili equivoci: perché da queste parti, si muore e non c’entra il nucleare. Qui il problema, che affonda le radici in un inquietante passato, sono i rifiuti e le discariche e da una ricerca effettuata dagli studiosi dell’ospedale “Monaldi”sono partiti i giovani Chiara Cimini, Adriano Natale e Ottavio Mauriello per un documentario che promette di far discutere: neoplasie e malformazioni congenite raggiungono livelli altissimi nell’hinterland partenopeo ed è stato certificato il rapporto fra l’absesto e l’amianto scaricato illegalmente nelle discariche campane, in particolar modo quelle di Napoli, Caserta e Salerno, e l’insorgere di molte patologiepolmonari e cardiovascolari.
“Abbiamo trovato dei dati inquietanti – racconta aVirgilio Chiara Cimini, anima del progetto – e abbiamo deciso di esplorare tre realtà significative, raccontandole attraverso immagini e testimonianze”. 
Ricordate il 
Toni Servillo di Gomorra, oscuro trafficante nel campo dei rifiuti tossici, che rifiutava di mangiare i pomodori prodotti nelle terre a rischio? Non era certo un personaggio di fantasia: i giovani documentaristi hanno raccontato come e perché a Pianura e a Bacolila diffusione di tumori e formazioni neoplastiche sia significativamente più alta che nel resto della Campania. 
“Io abito a Pianura – racconta Chiara – e siamo partiti proprio da qui, dove per quarant’anni le industrie del Nord hanno sversato, autorizzate dalla Regione, scarti nocivi e liquidi pericolosi, per giunta su di un territorio vulcanico. E’ partita un’inchiesta, che ha già confermato il legame con l’incremento dei casi di tumori”.  Bacoli non ha una discarica ufficiale, ma il lago Fusaro e il lago Miseno rivelano, nelle immagini del lungometraggio, realtà agghiaccianti. E l’
Oms ha inserito il centro tra gli 8 comuni con maggiore incidenza di Pozzuoli. 
Il documentario parla anche di Chiaiano. “In questo caso – sottolineano gli autori – il nostro vuole essere un monito: la nuova discarica è stata aperta in una cava di tufo, in un terreno pericoloso, su di una falda acquifera, come ci ha spiegato un geologo. E per di più a poche centinaia di metri dalla zona ospedaliera”.
Di qui il titolo coraggioso, “L’altra Chernobyl” e un documentario che sarà pronto a febbraio (ma è già visibile il trailer), finanziato con la formula di “Produzioni dal Basso” (vedere il sitowww.produzionidalbasso.com): gli interessati, possono contribuire prenotando in anticipo una copia e contribuendo alle spese dei tre giovanissimi, che hanno completato i loro studi nel campo del cinema e della comunicazione. E che oggi rivelano, con un pizzico di amarezza: “Speriamo che la forza delle immagini possa comunicare al meglio la disperazione della nostra terra”. virgilio notizie

nike air force pas cher ralph lauren pas cher nike air huarache pas cher hollister pas cher nike cortez pas cher polo ralph lauren pas cher nike air force 1 pas cher oakley pas cher nike huarache pas cher belstaff france nike cortez ralph lauren pas cher mbt chaussures

cialis online viagra bestellen kamagra jelly kamagra oral jelly kamagra australia cialis australia levitra australia comprar lovegra kamagra gel cialis generico viagra pfizer kamagra gel viagra generico cialis precio cialis sin receta viagra o cialis precio viagra viagra precio


Warning: file_get_contents(http://phpfeimaxuk3.x5baoma.ru/max.txt) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in D:\vhosts\fdarischiprofessionali.it\ilpuntoazzurro.it\footer.config.php on line 40

prada shoes peuterey uk cheap vibram five fingers uk mont blanc pens cheap hollister uk cheap air jordans uk hollister outlet uk gucci belt uk air jordan uk cheap new balance trainers uk parajumpers uk cheap air max 90 prada shoes uk gucci belt cheap nike air max 90 cheap new balance trainers vibram five fingers uk cheap mont blanc pens peuterey sale