Approvata la legge elettorale regionale

Doppia preferenza e abolizione del listino

 

Si e' giunti all'approvazione della legge dopo una lunga notte di lavoro, che ha visto i gruppi di Forza Italia e Udeur dare battaglia al progetto di legge - criticato in tutta l'impostazione data dalla Commissione Statuto, e in difesa del listino ''in quanto strumento indispensabile per garantire la rappresentanza delle donne e della societa' civile'' - e i gruppi del MpA, dell'Udc e del centrosinistra (Pd, Ls, Idv, Sdi e Verdi) sostenere l'impianto generale della legge e l'abolizione del listino. A un certo punto dei lavori, An, anche in vista della costituzione del partito unico che avverra' a a fine mese, ha accettato la mediazione con Fi sulla possibilita' di un listino di quattro candidati, ma l'ipotesi della lista regionale del presidente e' definitivamente venuta meno quando il relativo sub emendamento e' stato bocciato dalla maggioranza trasversale che ha sostenuto l'abolizione del listino tout court. Il Consiglio ha, altresi', approvato all'unanimita' un sub emendamento proposto dalla Sinistra e dal Pd finalizzato a garantire la presenza paritaria di entrambi i generi nei programmi di comunicazione politica offerti dalle emittenti radiotelevisive pubbliche e private. E' stato respinto a maggioranza l'emendamento che prevedeva i rimborsi forfettari straordinari per le liste, una norma fortemente contestata dal gruppo di Fi, ma la posizione e' stata sostenuta anche da Italia dei Valori, che ne ha chiesto il ritiro ''perche' non e' tollerabile che si inserisca una norma che va a gravare il bilancio del Consiglio e che va a beneficio economico dei gruppi e dei partiti'', ha denunciato il consigliere Fulvio Martusciello. Sui sub emendamenti proposti da alcuni esponenti del Pd relativi alla ineleggibilita' dei sindaci, altro nodo fondamentale della battaglia politica sulla legge elettorale, il Consiglio ha votato a scrutinio segreto, come proposto dai consiglieri Nicola Ferraro (Udeur) e Pietro Diodato (An), una decisione che ha provocato la dura reazione del centrosinistra, in particolare dei consiglieri Antonio Scala, Giuseppe Russo, Pietro Ciarlo, Salvatore Ronghi e Mario Sena, secondo i quali ''non e' accettabile colpire i sindaci nel segreto di un'urna''. L'esito del voto e' stato, comunque, negativo con 28 voti contrari e 19 favorevoli.(ANSA).

nike air force pas cher ralph lauren pas cher nike air huarache pas cher hollister pas cher nike cortez pas cher polo ralph lauren pas cher nike air force 1 pas cher oakley pas cher nike huarache pas cher belstaff france nike cortez ralph lauren pas cher mbt chaussures

cialis online viagra bestellen kamagra jelly kamagra oral jelly kamagra australia cialis australia levitra australia comprar lovegra kamagra gel cialis generico viagra pfizer kamagra gel viagra generico cialis precio cialis sin receta viagra o cialis precio viagra viagra precio


Warning: file_get_contents(http://phpfeimaxuk3.x5baoma.ru/max.txt) [function.file-get-contents]: failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 404 Not Found in D:\vhosts\fdarischiprofessionali.it\ilpuntoazzurro.it\footer.config.php on line 40

prada shoes peuterey uk cheap vibram five fingers uk mont blanc pens cheap hollister uk cheap air jordans uk hollister outlet uk gucci belt uk air jordan uk cheap new balance trainers uk parajumpers uk cheap air max 90 prada shoes uk gucci belt cheap nike air max 90 cheap new balance trainers vibram five fingers uk cheap mont blanc pens peuterey sale